Ultimo aggiornamento: mercoledì 19 settembre 2012

 

 

5° Reggimento Artiglieria da Montagna

 

 

Campagne di Guerra

 

 

Il 5° Rgt.a.mon. è stato coinvolto nelle sottoelencate campagne di guerra:

 

- Campagna Italo-Etiopica

1936 Alla campagna partecipò l’intero Reggimento, con i Gruppi “Belluno” e “Lanzo”, inquadrato nella Divisione Alpina “punteria”. Le batterie del 5° Rgt.a.mon. si distinsero nei combattimenti sull’Amba Aradam, ad Antalò, sull’Amba Alagi, a Mai Ceu ed in particolare a P.so Mecan, dove il Gruppo “Belluno” si meritò una Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

- 2^ Guerra Mondiale

1940 Con i Gruppi “Belluno”, “Lanzo” e “Val Piave”, il Reggimento prende parte alla breve campagna sulle Alpi Occidentali (Settori Alta Roia, Gessi e Maira, Po, Stura).

1940-41 il 5° Rgt.a.mon., col “Belluno” e col “Lanzo”, sempre inquadrato nella Divisione “Pusteria”, partecipa intensamente e valorosamente alle operazioni sul fronte Greco-Albanese.

Cerevoda, Dobrusha, Ciafa Kulmakes sono le tappe gloriose dell’arduo e travagliato cammino percorso dai baldi montanini per conseguire le immacolate creste del Novanj e del Tomori.

Nel luglio 1941 il reggimenti si sposta in Montenegro e, con i suoi invitti gruppi, vive sanguinosamente i fatti d’arme di Cettigne, Podgorizza, Rieka, Vispazar e Pljevlje.

1942-43 E’ l’epopea del Gruppo “Val Piave” che, distaccato nel luglio 1942 – materialmente ma non spiritualmente – dal vitalissimo tronco del 5° Artiglieria, si copre di gloria sul fronte russo, immolandosi in posto, con le sue batterie 35^, 36^ e 39^ per agevolare il ripiegamento del Corpo d’Armata Alpino.

Ma la storia dei reggimenti di artiglieria da montagna è storia di batterie, sicché saranno riportate di seguito brevi note storiche su ciascuna delle unità minori che sono state inquadrate, nel tempo, nel 5° Rgt.a.mon. (ad eccezione della 31^, 32^ e 33^ btr. di cui si parla ampiamente nella scheda dedicata al Gruppo “Bergamo”).

- 31^ Batteria omissis

- 32^ Batteria omissis

- 33^ Batteria omissis

- 35^ e 36^ Batteria

+ 1^ Guerra Mondiale hanno partecipato ad azioni di guerra sulle Dolomiti (Sasso di Stria, M.Piana, Tofane) e poi sul M.Grappa, sul Montello ed a Vittorio Veneto.

+ 2^ Guerra Mondiale hanno combattuto nei settori Alta Roia-Gessi (Fronte Occidentale) e, dal luglio 1942, come si è detto, sul Fronte russo.

- 39^ Batteria

+ 1^ Guerra Mondiale ha partecipato a fatti d’arme sull’Isonzo, Pal Piccolo, M.Pukla, M.Rombon, M.Pasubio, M.Pertica conseguendo l’Encomio del Comando Supremo per l’azione del Mittelskofel (17 luglio 1916) e quello del Comando 11^ Divisione per l’azione sul M.Kuk (16-28 maggio 1917).

+ 2^ Guerra Mondiale ha seguito, con la 35^ e la 36^ batteria, le vicende del “Val Piave”

- 51^ e 52^ Batteria

+ 1^ Guerra Mondiale hanno partecipato a numerosi fatti d’arme nel settore Fella, a M.Piccolo, sul M.Zugna e sul M.Grappa.

+ 2^ Guerra Mondiale hanno operato sul Fronte Occidentale – nella testata delle Valli di Lanzo-Levanna, Ciamarella, Colle Autaret – col Gruppo “Val d’Orco”. Hanno partecipato successivamente alla campagna sul Fronte Greco-Albanese.

- 53^ Batteria

+ 1^ Guerra Mondiale ha vissuto sanguinosi fatti d’arme prima sul M.Forno, poi sul M.Ortigara e poi ancora sulla Bainsizza, sul M.Baldo e sul Montello.

+ 2^ Guerra Mondiale ha operato – sul Fronte Occidentale – al Col de la Seigne ed in Val del Glaciers. Nel novembre 1941 si è unita alla 51^ e 52^ batteria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

        

 

   

Vedi scheda

 

Motto

 

"Sopra gli altri

 

come aquila vola"

 

 

Origini ed evoluzioni ordinative

 

I Comandanti

 

Campagne di Guerra

 

Perdite e ricompense

 

Decorazioni alla Bandiera

 

Il pannello esposto