Ultimo aggiornamento: lunedý 22 ottobre 2012

 

 

Battaglione Alpini "Edolo"

 

Origini ed evoluzioni ordinative

 

 

          Il Battaglione alpini "Edolo" nacque nel lontano 1886 con tre compagnie: la 50^ e la 51^ ricevute dal Battaglione "Valtellina" che venne sciolto e la 52^ del Btg. "Valcamonica".

          Dopo il battesimo operativo avvenuto a Milano nel 1896 in una sorta di servizio di ordine pubblico, alla fine del 1911, per quasi tre anni, partecip˛ alla Campagna di Libia nell'ambito della Guerra Italo-Turca, ed in tale occasione si mise in particolare evidenza la 51^ Compagnia nella difesa della "Ridotta Lombardia".

          Durante la prima Guerra Mondiale era inevitabile che combattesse proprio in Valcamonica, al Passo del Tonale, sul Monte Adamello e nella zona del Castellaccio oltre che a Vittorio Veneto.

          Terminata la guerra, nel 1920 passa alle dipendenze del 6░ Reggimento Alpini dove rimane perr 14 anni. Dopo una trasferta in Spagna, dove per˛ non prese parte attiva ai combattimenti della Guerra Civile, rientr˛ in Italia mentre avanzavano veloci le ombre della seconda Guerra Mondiale.

          Con le sue compagnie, sempre le stesse (50^, 51^ e 52^) aiutate dalla 110^ Compagnia armi di accompagnamento, partecip˛ alla seconda Guerra Mondiale prima sul fronte Occidentale, sul confine con la Francia, poi nel teatro greco-albanese e, per finire, in Russia. L'armistizio dell'8 settembre 1943 lo coglie in Alto Adige dove la maggior parte dei suoi uomini viene fatta prigioniera dai tedeschi.

         Nel 1946 viene ricostituito nel 6░ Reggimento Alpini e nel 1953 ritorna al 5░ Alpini dove rimane fino al 1975, quando i riordinamenti ordinativi in atto sciolgono il livello reggimentale.

          Pass˛ quindi alle dirette dipendenze del Comando Brigata "Orobica" come Battaglione Addestramento Reclute e, alla chiusura della Brigata nel 1991, transit˛ sotto la Brigata Tridentina conservando gli stessi compiti e la stessa sede di Merano.

 

         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

        

 

   

 

Motto

 

"Dur per durÓ"

 

 

Origini ed evoluzioni ordinative

 

I Comandanti

 

Campagne di Guerra

 

Decorazioni alla Bandiera